ITF torna in Cina nonostante Peng Shuai sia ancora disperso

ITF torna in Cina nonostante Peng Shuai sia ancora disperso

La Federazione Internazionale di Tennis (ITF) ha annunciato che quest'anno terrà tornei in Cina, nonostante il caso irrisolto del giocatore di doppio cinese Peng Shuai. Peng è scomparso dalla vista del pubblico poco dopo aver accusato un ex alto funzionario del Partito Comunista di violenza sessuale in un post sul web nel novembre 2021. 

Il primo torneo dell'ITF in Cina è in programma dal 5 all'11 giugno a Luzhou, e l'ITF prevede una ripresa dell'attività dei tornei in Cina per ciascuno dei suoi tour entro la fine dell'anno. IL WTA, che gestisce gli eventi femminili di alto livello dello sport, non ha annunciato se riprenderà a organizzare tornei in Cina.

Il presidente e CEO della WTA Steve Simon ha annunciato alla fine del 2021 che la WTA avrebbe sospeso tutti i suoi tornei tenuti in Cina, comprese le finali WTA di fine stagione, a causa delle preoccupazioni per Peng. 

La decisione è costata milioni al tour, ma Simon ha ripetutamente chiesto un'indagine formale sulle accuse fatte da Peng e ha chiesto di incontrarla privatamente. Tuttavia, non è chiaro se tali condizioni siano state soddisfatte. Nel frattempo, l'ATP maschile ha programmato diversi eventi per la fine dell'anno in Cina dopo aver annullato gli eventi del 2022 a causa delle restrizioni COVID-19 in Cina.

Peng ha rilasciato un'intervista controllata un anno fa durante le Olimpiadi invernali di Pechino e ha cenato con il presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach. Tuttavia, ha lasciato molte domande senza risposta e da allora è rimasta in gran parte fuori dalla vista del pubblico. La decisione dell'ITF di organizzare tornei in Cina quest'anno ha sollevato preoccupazioni per il caso irrisolto di Peng e molti chiedono un'indagine adeguata sulle sue accuse.